Seleziona una pagina

Era stato annunciato sin dall’inizio! Quest’anno la Golem è una squadra ambiziosa, non si limiterà ad andare alla ricerca di una salvezza, che sia essa tranquilla o al cardiopalma. Certo, la salvezza dello scorso anno è stata da infarto, molto emozionante, ma la Golem punta più in alto. Gli obiettivi sono concludere in zona play off e, cronologicamente prima, la qualificazione alla coppa Italia. Bene, il primo obiettivo è stato centrato, ed in maniera assolutamente esaltante.

La sconfitta di Soverato sul taraflex della Battistelli di San Giovanni in Marignano sarebbe potuta costare cara, se non fosse per il fatto che questa squadra vuole essere padrona del proprio destino, contare sulle proprie forze, conquistare i traguardi con il sudore delle proprie schiene e la forza dei suoi muscoli. Ed è così che la squadra guidata dal duo Giangrossi – Okechukwu si è imposta su una delle migliori squadre di questo inizio di stagione, una delle squadre più in forma del momento con il suo terzo posto in classifica: la Sab Grima di Legnano, terribile neopromossa.

 

L’abbraccio tra Moretti e Zanette

Partito male con il primo set perso, il match è stato raddrizzato con la forza mentale di cui questa squadra ha dimostrato di essere padrona.Con il capitano Francesca Moretti a raddrizzare le cose ed Elisa Zanette ad assestare i colpi del K.O. della squadra di coach Pistola ed Amanda Coneo. E poi che Caracuta che abbiamo visto! Ci chiediamo cosa sia stato detto al termine della prima frazione per determinare un cambiamento così sostanziale. La Golem che rientra in campo è stratosferica, cannibale, che non concede a Legnano nessun appiglio per poter pensare ad una reazione. D’altronde i parziali parlano chiaro, se si eccettua il terzo set, in cui Legnano lottando con le unghie e con i denti è riuscita a segnare 19 punti, il break registrato nei set vinti è stato di ben 10 punti. 30 sul totale dei punti realizzati durante il match. Mica poco….

 

Ed oggi siamo qui a celebrare una storica qualificazione, la prima in coppa Italia per questa ambiziosa e cattivissima Golem. Forse poteva andare meglio, se Chieri non avesse vinto in casa di Delta Trentino sarebbe stato scavalcato in classifica da Palmi, che avrebbe conquistato così il 7° posto anziché l’8°, andando così ad affrontare nel primo turno di coppa MyCicero Pesaro anziché la corazzata Lardini Filottrano. Eppure non sembra che la squadra si stia facendo troppi problemi o si stia consumando le unghie per il nervosismo. Questa è una squadra giovane, vero, ma che può convincersi del fatto di potersela giocare con chiunque, di poter dare del filo da torcere a chiunque. Non dimentichiamoci che la Golem, insieme proprio a Legnano, è stata l’unica squadra a mettere seriamente in difficoltà la Lardini Filottrano, l’unica capace di trascinare la capolista fino al quinto set.

E’ festa al PalaSurace

La prima parte del doppio scontro sarà proprio in casa, mercoledì 18 Gennaio in quello che è diventano il fortino inespugnabile di Palmi. Pochi calcoli dunque, poche paure, solo il dovuto rispetto per una squadra del calibro di Filottrano. La Golem è pronta ad affrontare il match con il giusto Focus, decisa a non steccare il primo appuntamento di questa storica coppa Italia.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: