Seleziona una pagina

Sì, abbiamo travisato la celebre frase, perché in quanto a dare le ragazze di coach Giangrossi non si sono davvero risparmiate. Stiamo ovviamente parlando della partita della scorsa domenica contro My Cicero Pesaro. La squadra Marchigiana non si nasconde, vuole vincere il campionato ed ha tutte le carte in regola per farlo. Neppure la Golem si nasconde, l’obiettivo finale è quello dei Play Off e, soprattutto, vuole dare fastidio alle “grandi”. Lo si è visto sul Taraflex del PalaSurace, dove la Golem ha mostrato di poter fare a pugni a viso aperto anche contro squadre sulla carta più quotate. Eppure siamo qui a parlare di uno 0 – 3, un risultato che, di norma, non dovrebbe lasciar margine per i “Ma” ed i “Se”. Dunque si può avere di più, si può raccogliere di più. Con partite, tutto sommato, ben giocate come quella di domenica andare a punti sarà presto fatto. Eppure la partita ne ha date di buone indicazioni, quantomeno nei primi due set. Pesaro ha dovuto sudare tanto prima di avere la meglio sulle ragazze di Palmi. Il primo set si conclude solo oltre i 25 punti canonici, sul 25 – 27 per le ospiti, e anche la seconda frazione si chiude con il minimo scarto sul 23 – 25 per le Pesaresi.
golemvolleymyciceropesaro-21La Golem ha picchiato e graffiato, ma non è stato abbastanza per riuscire a strappare almeno un set alle fortissime avversarie. Non è bastato mettere in difficoltà la devastante Eleni Kiosi, che, come lo stesso Giangrossi ci dice, all’inizio dell’incontro attaccava solo con l’11% di positività. Eppure non è bastato, per lasciare il segno su una gara che ha comunque dato buone indicazioni secondo coach Giangrossi, al termine del match si è detto fiducioso per il futuro e convinto di poter fare bene contro altre squadre se si continuerà a giocare in questo modo. Probabilmente ci sarà da rivedere qualcosa nel servizio, abbiamo forse visto troppi errori in battuta da parte delle ragazze di Giangrossi. Di certo a complicare le cose ci si mettono i numeri risicati del roster, che complice l’assenza di Ludovica Guidi e il nuovo dolore occorso a Geraldina Quiligotti (si spera nulla di grave), impedisce di potersi allenare durante la settimana nel 6vs6, fondamentale per migliorare gli automatismi in campo. Coach Giangrossi, come da lui stesso ammesso, dovrà anche lavorare sull’aspetto della compattezza per avere finalmente la sua Golem definitiva. Serve ancora un po’ di pazienza.

Oltre alle attesissime “Big” Kiosi, Di Iulio e Santini, a stupire tra le ospiti è la giovanissima Alice Degradi, positiva in ricezione, pericolosa in attacco e con un servizio da paura nelle mani, davvero complimenti!

Guardando in casa, invece, a convincere più di tutti è Monica Lestini, che chiude il match come top scorer della Golem. Bene anche Moretti, 7 punti e buone percentuali di ricezione, le seconde del team. Prestazione positiva anche per Tiziana Veglia. La centrale torinese sta dimostrando tutto il suo valore.

Non felicissima, invece, la prestazione di Elisa Zanette. Le avversarie gli prendono presto le misure e lei va in palla. Solo 15 la sua percentuale d’attacco a fine match. Da lei ci si aspetta sicuramente di più.

 

Ora testa ai prossimi incontri, con la consapevolezza di poter far bene in questo campionato. FORZA GOLEM!

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: