Seleziona una pagina

Si sa, nello sport, il fisico, la tecnica, il talento, non sono tutto. Senza la testa non si va da nessuna parte. Proprio per questo motivo coach Lino Giangrossi ha deciso di allenare la mente delle proprie atlete. La Golem, infatti, è ora al lavoro con una Mental Coach. Nei giorni scorsi nel PalaSurace, e nelle strade di Palmi, si aggirava una signora con una colorata maglietta con su scritto: Sport Mental Coach – Alessandra Mattioni. È proprio lei l’ultimo tassello voluto dal Coach Lino Giangrossi per assicurarsi un’ottima stagione.
Sempre più spesso, anche in Italia, si sente parlare di tecniche di allenamento mentale applicate allo sport. L’esempio più famoso è di certo quello di Leonardo Bonucci, difensore dalla Juventus, che si è affidato ad un mental coach per aumentare le sue prestazioni sportive; i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Alessandra Mattioni è tra gli Sport Mental Coach più accreditati in Italia. Allena squadre e atleti di diverse discipline, impegnati in competizioni nazionali ed internazionali. La Mattioni ha dichiarato: «Sono qui perché la Golem Palmi di Coach Giangrossi è una grande squadra, con un progetto entusiasmante ed una mentalità vincente». E ancora, sul proprio lavoro: «Ci sono molteplici tecniche di allenamento mentale per lo sport. La mia idea di allenamento mentale può essere sintetizzata dicendo che l’allenamento mentale per lo sport è un processo mediante il quale si incrementa la cooperazione mente-corpo, per favorire la massima espressione delle capacità fisiche, tecniche e tattiche di ciascun atleta».

Lo scopo dell’allenamento mentale è quello di liberare l’atleta e le squadre dalle interferenze mentali che frenano la piena espressione del potenziale e delle loro capacità tecniche, esaltandone la motivazione. Giangrossi è d’accordo con la Mattioni nell’affermare che nello sport, ma non solo, a parità di potenzialità fisica, capacità e preparazione tecnica, è il gioco mentale a fare la differenza. Secondo numerose ricerche scientifiche, l’allenamento mentale, proposto in modo professionale e specifico ed incorporato nel programma di allenamento globale, può aumentare i risultati delle performance di un atleta o di una squadra anche del 50%. Alessandra Mattioni accompagnerà dunque le atlete della Golem verso il superamento degli ostacoli mentali che limitano la piena espressione delle proprie abilità e, quindi, verso la possibilità di conseguire risultati concreti e duraturi. Nelle intenzioni di Coach Giangrossi, a beneficiarne saranno anche gli stessi componenti dello staff tecnico, perché come da sempre sostiene: É il collettivo a fare la differenza. Giangrossi ci spiega ancora: «La conoscenza di alcune delle tecniche e delle abilità di Sport Mental Coaching da parte di allenatori, tecnici e atleti garantisce miglioramenti nelle performance che non potrebbero verificarsi con il solo allenamento fisico, tattico e tecnico». Giangrossi aggiunge poi: «Quella che ci aspetta è sicuramente una stagione molto competitiva ma con questi presupposti ci sarà sicuramente da divertirsi!».


Siamo tutti in attesa di poter vedere con i nostri occhi i risultati di tutto il duro lavoro cui le ragazze della Golem sono sottoposte tutti i giorni da coach Giangrossi. L’inizio di campionato si avvicina, ci vediamo al Palazzetto! Forza Golem!

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: