Seleziona una pagina

Direttamente dai College Americani, Palmi, ecco Bryan Kennedy, Born in the USA [cit.]. L’ultimo importante colpo di mercato della Golem Software arriva da Atlanta, Stati Uniti, per l’appunto. Con 189 cm di altezza e grandi qualità tecniche ed atletiche, quello posizionato dal Ds Piero Cannatà è un ulteriore considerevole tassello messo a disposizione di coach Pasqualino Giangrossi. Come molti di voi ben sanno, il sistema d’istruzione Americano è ben differente da quello di casa nostra, ed offre la possibilità ai propri studenti di affiancare ai propri studi una parallela formazione specialistica sportiva. Sono proprio i college a lanciare nel professionismo i migliori atleti a stelle e strisce. Questo è anche il caso di Bryan Kennedy. La giovane statunitense, classe 1994, esce da uno dei più importanti College americani, il Virginia Teach University, ed è da parecchio tempo sotto la lente d’ingrandimento della propria nazionale. Bryan ha scelto Palmi e la Golem per fare il salto nella pallavolo che conta. La dirigenza della Golem si aspetta molto dalla schiacciatrice statunitense e l’atleta USA è già a lavoro in vista del suo nuovo impegno in terra calabrese. Il Ds Cannatà ci spiega: «Contiamo parecchio sulle sue doti atletiche e tecniche.Bryan Kennedy Ha potenza, manualità e salto, caratteristiche che ci fanno ben sperare. La volontà di raggiungerci e la frenesia con la quale conta i giorni che mancano al raduno ci fanno pensare che andremo incontro ad un suo rapido inserimento con l’ambiente e, principalmente, con i nuovi metodi di allenamento». «Oltre alla pallavolo ama anche l’arte – svela ancora il Ds – ed è questo uno dei motivi per cui ha deciso di sposare sin da subito il nostro progetto. Conosce l’Italia, essendoci già stata per motivi di studio e si è già adoperata per imparare l’italiano e farsi trovare pronta per questa nuova esperienza». Va così delineandosi la composizione del nuovo roster della Golem Software Palmi: «Stiamo mettendo al loro posto tutti i tasselli del puzzle, rimanendo fedeli al nostro progetto che intende valorizzare atlete giovani e di valore. Queste saranno affiancate da un paio di giocatrici di esperienza animate da tanta voglia di fare bene». Soddisfatto del nuovo acquisto anche il coach della Golem Palmi, Pasqualino Giangrossi, che presenta così Bryan Kennedy: «E’ un atleta giovane con una grande voglia di fare bene. Abituata all’esperienza del College anche per lei sarà una grande sfide misurarsi con la nostra realtà ma sono sicuro che potrà fare molto bene. Servirà un periodo di ambientamento, ma giusto per fare per capire la sua determinazione posso dire che si sta già allenando con grande carica ed ha cominciato a studiare l’italiano. Non vuole lasciare niente al caso». Dal punto di vista tecnico, Giangrossi spiega: «E’ un’atleta forte fisicamente con tutte le caratteristiche per imporsi nel nostro campionato. E’ una giocatrice che predilige la giocata molto spinta, e che ha tutte le carte in regola per essere la sorpresa del prossimo campionato. Sono sicuro che sarà davvero molto interessante vederla all’opera». Ci associamo alle parole di Giangrossi dicendo che siamo curiosi di vedere in azione il nuovo acquisto di casa Golem. Siamo sicuri che qualcuno starà già pensando: «Chissà se gli anni passati a studiare l’inglese si riveleranno finalmente utili…». Siete loschi, sappiatelo.

In ogni caso diamo “a warm welcome” alla nuova atleta. Our Pleasure, Bryan (quanto siamo loschi).

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: